Recensione in Anteprima ”Before we were strangers: A love story” di Renée Carlino

before we were strangers renee carlino

Ciao care amiche!

Avete conosciuto la scrittrice molto apprezzata oltre oceano Renée Carlino con ”Non aver paura di innamorarti” pubblicato dalla Casa Editrice Newton Compton. Oggi voglio presentarvi il suo ultimo libro ”Before we were strangers: A love story” in uscita negli USA il 18 agosto. Mi ha intrigato molto sia la cover che la trama, ed è entrato subito nella mia lista di “assolutamente da leggere”. Con la speranza che portino anche questo libro in Italia vi ho tradotto la trama e preparato una recensione.

Buona lettura! 😀

trama

71AWUZAl4PL._SL1500_
Titolo: Before we were strangers: A love story Autore: Renée Carlino Editore: Atria Books Genere: Contemporary Romance Data di uscita: 18 Agosto 2015 negli USA

Ci siamo incontrati quindici anni fa, quasi, mentre traslocavo le mie cose nella mia stanza del dormitorio a NYU accanto alla tua a ”Senior House”.

Ci hai chiamati amici veloci. Mi piaceva pensare che eravamo qualcosa di più.

Vivevamo con niente che con l’entusiasmo di conoscerci attraverso la musica (tu eri fissata con Jeff Buckley), la fotografia (non riuscivo a smettere a fotografarti), andando in giro a ”Washington Square Park”, e tutte le cose strane che facevamo per guadagnare soldi. Ho imparato su me stesso più cose in quell’anno che in tutti gli altri.

E comunque, in qualche modo, tutto è crollato. Ci siamo persi l’estate dopo il diploma quando io sono partito per l’Africa del Sud a lavorare per National Geographic. Quando sono tornato, tu non c’eri. Una parte di me ancora si chiede se ti ho fatto molta pressione per il matrimonio…

Non ti ho mai più vista fino al mese scorso. Era mercoledì. Stavi dondolando avanti e indietro, cercando di trovare l’equilibrio in quella linea gialla lungo il binario della metro, aspettando il treno F. Ti ho riconosciuta solo quando era troppo tardi, e dopo non c’eri più. Di nuovo. Hai pronunciato il mio nome; l’ho visto sulle tue labbra. Ho cercato di fermare il treno, solo per dirti ciao.

Dopo averti vista, tutti i ricordi e le emozioni della gioventù sono ritornati indietro, e adesso ho passato la maggior parte dell’ultimo mese a immaginare come potrebbe essere la tua vita. Potrei essere fuori di testa, ma vorresti prendere qualcosa con me e recuperare l’ultimo decennio e mezzo?dividere

before we were strangers renee carlino

recensione

Avevo sentito parlare molto bene di questa scrittrice ma non avevo mai preso l’iniziativa di leggere un suo libro fino ad ora; la cover bellissima e la trama a dir poco interessante e stuzzicante hanno fatto sì che mi decidessi di leggere qualcosa di Renée Carlino. Il risultato? Assolutamente soddisfatta e pronta per un altro suo libro! Rischio di diventare ripetitiva tra una recensione e l’altra ma, con la speranza che non avete prestato attenzione, amo e adoro le storie che vengono raccontate in più anni, le storie con le seconde possibilità, con un amore epico e che fanno sognare anche le meno romanticone (non e’ il mio caso comunque).

In questo libro ho trovato tutto quello che cercavo: personaggi divertenti, interessanti, non superficiali e in grado di regalarti tanto amore, lacrime, sorrisi e di nuovo amore. Leggendolo ho potuto vedere come spesso le coincidenze, il tempismo sbagliato, l’orgoglio e l’indifferenza verso le opportunità che la vita ci da’, ti potrebbero cambiare il percorso, e sono in grado di stravolgerla in un modo da non riuscire più a capire cosa sia successo o cosa sia andato storto.
Lo sbaglio comune che molti di noi ne rimangono vittime, è proprio la perdita delle opportunità; sprechiamo la maggior parte del tempo a lamentarci sul fatto di non essere fortunati abbastanza, che alla fine perdiamo di vista le piccole indicazioni lasciandoci scappare cosi, la nostra via d’uscita. E anche in questo libro I protagonisti, all’inizio, ne rimangono vittime delle opportunità perse, dell’orgoglio, e degli intrighi. Ma quando si è in presenza di un amore vero non è mai tardi per reclamare il proprio posto.
Grace e Matt si conoscono il giorno in cui Matt si trasferisce a New York per concludere i suoi studi di fotografia; vivono nello stesso dormitorio e sono anche vicini di stanza. Allontanato da un padre deluso dalla scelta del figlio, Matt, trova in Grace una boccata d’aria fresca e il motivo dei suoi tanti sorrisi.

before we were strangers renee carlino

Grace, è una ragazza solare che studia musica e in particolare il violoncello. Avete presente quelle persone che non stanno mai ferme, sempre curiosi, molto aperti e con i quali è facile fare amicizia? – cosi è Grace, è di quelle persone che vorresti avere come amica, con la quale ti sentiresti subito a tuo agio e mai ti annoieresti. Dire che ho adorato il suo personaggio non è per niente esaustivo; con il suo desiderio di vivere mi ha trasmesso energia, sorrisi e tanta ma tanta voglia di abbracciarla. Cresciuta in una famiglia con un padre alcolizzato e nessuna preoccupazione nel dare una mano, una madre che non ha il coraggio di abbandonarlo, e con un fratello e una sorella minore che aspettano il suo aiuto, Grace è diventata una persona forte e pronta a rinunciare ai suoi sogni pur di aiutare le persone che ama; tanto che spesso cerca tra le soluzioni più bizzarre possibili per tirare su le somme ogni fine mese, e in alcuni sarà anche Matt il suo complice di avventura. Quindi, come poteva Matt non rimanere affascinato da una ragazza come Grace? Matt dall’altra parte è un fotografo di talento che ha rifiutato di diventare il prossimo avvocato di famiglia dello studio legale del padre; questo è bastato per farlo allontanare da lui; l’unica persona della sua famiglia con la quale ha un buon rapporto è la madre, artista ed anche una bellissima persona.

Quando incontra Grace capisce di sentirsi subito in sintonia con questo spirito sempre in movimento e si ritrova a volere ancora di più da lei; l’esitazione di Grace lo ferma, ma a lui bastava anche solo la sua amicizia. Nella prima parte del libro viene raccontata la nascita di una bella e divertente storia d’amore tra Grace e Matt, mi sono ritrovata durante tutta la lettura con gli occhi a cuore ma anche con un senso d’ansia perché sapevo che la loro storia avrebbe avuto una fine; e più andavo avanti, più avevo paura di quello che avrei letto, non volevo sapere il motivo della loro separazione; perché quando incontri una storia dolce, intensa e pura come quella tra Matt e Grace il fatto di sapere in precedenza che si lasceranno ti mette addosso una tristezza, quindi nelle bellissime scene tra loro due anziché godermi quella felicità e sorridere mi veniva da piangere. Mi ha fatto riflettere molto, mi ha fatto sentire male al cuore perché più loro si innamoravo più io mi innamoravo di loro, e meno volevo andare avanti a scoprire cosa la vita aveva in serbo per il loro futuro.

before we were strangers renee carlino

E quando l’inevitabile succede non viene senza preavviso, e quindi non è come se stessi avendo un infarto, ma pian piano la sofferenza si fa largo nel tuo cuore, e anche se sapevi sin dal principio cosa stava per accadere ti senti ancora peggio, ti senti totalmente distrutta, e nel tuo cuore si è aperto un varco che non sai come chiuderlo. Vedevo come le casualità, come una parola non detta o una chiamata persa cambiava la loro storia; vedevo anche persone che, pensando al loro interesse e dimostrandosi egoisti abbastanza da pensare che non stavano facendo niente di male, stravolgevano tutto. Dopo che questa prima parte finisce, la storia viene riportata al presente, a quindici anni dopo. Qui mi sono fermata a leggere, mi sono fermata perché avevo bisogno di riflettere; non riuscivo a sbarazzarmi della tristezza, del fatto che in questi quindici anni Grace e Matt abbiano perso così tante opportunità, così tanti momenti felici, quando infatti in quegli anni avrebbero dovuto essere insieme a costruire il loro bellissimo futuro. Quelle piccole maledette coincidenze li hanno portati lontani, hanno fatto girare la ruota della fortuna facendoli fermare dove non dovevano fermarsi, condannandoli a chiedersi, cosa sia andato male. Ma ecco che dopo un decennio e mezzo la ruota decide di girare di nuovo e farli rincontrare, il destino mette la sua zampa – in questo caso un treno – e gli occhi di Grace e Matt si scontrano, i cuori cominciano a battere di nuovo e tutte le sensazioni ed emozioni riaffiorano facendoli ritornare nel passato, in quell’anno in cui si innamorarono, in quell’anno in cui avevano tutto per poi perdere tutto.

Durante gli ultimi quindici anni, il dolore di quello che era successo scemò. Tutte le volte che ho cercato di fermare me stessa dal pensare a lui, ma c’erano tanti ricordi. Ho pensato, se mai l’avessi visto di nuovo, avrebbe guardato attraverso me, come se fossi un fantasma del passato. Cosi mi fece sentire quell’estate dopo l’università: una persona che non esisteva più.

before we were strangers renee carlino

Ma è troppo tardi quando Matt rivede Grace in quella stazione, perché Grace prende il treno e non riescono a parlare. Ma Matt non riesce a pensare ad altro, non vuole rinunciare a questa opportunità e vuole capire cosa sia realmente successo quindici anni fa. E indovinate come riesce a rintracciare Grace? Dopo averla aspettata per un mese intero nella stessa ora, stessa stazione e senza alcun risultato, decide di mettere un annuncio online e scrive proprio il messaggio che viene riportato nella trama sopra. Matt si era ormai rassegnato ma sarà quel messaggio a dargli la possibilità di parlare e vedere un’altra volta il suo primo amore. Ma non tutto è cosi semplice, tante cose sono cambiate, loro stessi sono cambiati e non sono più i ragazzi di una volta. Cos’è successo durante tutti questi anni che li hanno tenuti separati? cos’è cambiato in Grace e Matt??

Stavo sorridendo al treno mentre cercavo di ricordare ogni dettaglio del mio bacio con Grace lo scorso venerdì. Quanto morbidi erano i suoi capelli tra le mie dita, come lei, anche dopo quindici anni, teneva gli occhi chiusi anche dopo che il bacio era finito, come se lo stesse assaporando.

Non potevo lasciare nessuno, o qualcosa, mettersi di nuovo in mezzo.

Molti eventi del passato si metteranno tra loro e non sarà cosi facile passarci sopra. Era veramente un amore cosi forte da ricordare ancora dov’era il suo posto? o era semplicemente un infatuazione guidato dalla passione giovanile?? In questa seconda parte avrete modo di vedere come la loro storia si evolve anche dopo tante ferite e ricordi dolorosi. Grace nasconde una verità che farà cambiare tutto tra loro due e potrà mettere a rischio ancora un’altra volta il loro amore. Non vi resta altro che scoprirlo, da qui e in poi io resto muta. 😛

before we were strangers renee carlino Credo che ormai avete capito che il libro mi è piaciuto. E’ una storia dolce e bellissima, una di quelle storie che vorresti avere ma anche che non vorresti avere; lo vorresti perché è uno di quei amori epici, che va oltre il tempo, le difficoltà e le sofferenze, non lo vorresti perché porta con se anche tantissime lacrime, sacrifici e spesso degli errori irrecuperabili.

before we were strangers renee carlino
La scrittrice ha uno stile fluido, semplice e delicato; a volte avrei preferito che su alcune scene fosse più dettagliata, ma nonostante questo la storia non perde i suoi punti di forza. I dialoghi sono bellissimi, non ripetitivi e a volte molto divertenti. I personaggi sono ben descritti, tanto che durante tutto il libro ti senti come se stessi guardando un film e sembra più reale. Un punto in più va al modo in cui la Carlino ha saputo mettere insieme il passato e il presente senza perdere di vista la storia e Ia costruzione dei personaggi. Il libro inizia con Matt che vede dopo quindici anni Grace e dopo che pubblica l’annuncio online si comincia a raccontare la loro storia del passato; quando torna nel presente si racconta solo la loro storia di quindici anni dopo e questo aiuta molto il lettore a capire l’evoluzione del loro rapporto e quella dei personaggi senza rimanere confuso. E’ una lettura piacevole, scorre velocemente e non ti annoia per niente; la curiosità di sapere cosa succederà, quali saranno i motivi della loro separazione e come faranno a rincontrarsi ti spingono a girare le pagine senza fermarti. Ah, un altro punto a suo favore – e qui io sono di parte – è il fatto che include molto la musica nel raccontare la storia, si fa riferimento alle bellissime canzoni di Jeff Buckley, Radiohead ecc. Amo, amo, amo quando la musica viene fusa con la lettura, rende tutto più magico, ti porta in un altro mondo e in un’altra dimensione; leggendolo ascoltavo la musica indicata nel libro e mi perdevo tra le parole e tra le bellissime note e vibrazioni di quelle canzoni.

before we were strangers renee carlinoNonostante tutto, sono rimasta un po’ confusa perché sentivo che mancava qualcosa, forse mi aspettavo un colpo di scena imprevisto, forse il fatto che già in precedenza sapevo che si sarebbero separati ha diminuito la suspense, ma so solo che alla fine del libro non mi sono sentita dire: Questo libro e’ indimenticabile. Ho cercato di ritornare indietro e ricostruire la storia e le scene, ma ancora non ho capito qual è la nota che manca per farlo diventare la mia canzone preferita.
Odio dare un voto al libro, è tutto cosi soggettivo che non mi sento di dimostrare come se avessi le capacità e le competenze per dare un voto al lavoro altrui. Quindi non basatevi mai sulle stelle, cuori e fiori, ma sulla descrizione che viene fatta al libro.
Comunque bisogna farlo, e il mio voto finale è 4 su 5.

cuore-e1431760652496cuore-e1431760652496cuore-e1431760652496cuoreAssolutamente colpevole!

dividere

Precedente Recensione in Anteprima ''Hawthorne + Heathcliff'' di R.K. Ryals Successivo Recensione "Io e te oltre le stelle" di Beth Revis #1 Across the Universe