Recensione in Anteprima ”Dirty ugly toy” di K Webster

PhotoGrid_1453928056332

Ciao carissimi amici,

oggi la nostra amica Ersida ci parla di un libro Dark/Romantic Suspence uscito negli USA il 18 Gennaio 2016 con il titolo ”Dirty ugly toy’‘ della scrittrice K Webster. Di seguito la recensione e i teaser tratti dal libro.

Buona lettura!

trama

dirty ugly toy k webster

Titolo: Dirty ugly toy Autore: K Webster Genere: Dark/Romantic Suspence Data di uscita: 14 dicembre 2015 (cartaceo); 18 Gennaio 2016 ebook; inedito in Italia

Il suo tempo è finito.

Le cose stano per cambiare.

Lei è sporca e brutta.

Lui è  malvagio ma bello.

Sei mesi per giocare con lei.

Sei mesi di vacanze e un mucchio di soldi.

Farle del male è irreparabile

Ho passato molto di peggio.

È difficile da controllare e non obbedisce.

Ho finito con sottomettermi a chiunque e qualsiasi cosa in questa vita.

Potrei odiarla.

Potrei odiarlo.

Il gioco è cambiato.

Io vincerò.

recensione

Dirty ugly toy è un romanzo che brucia la linea tra il giusto  e lo sbagliato. Un romanzo dove si incontrano: accordi con abuso, contratti dubbiosi consensuali e argomenti esclusivamente per adulti.  Se siete sensibile alla violenza fisica e psicologica e alle situazioni sessuali violente questo libro forse non fa per voi. Certi episodi di questo romanzo non sono facili da leggere e non possono essere capiti da tutti. Per il resto?? Aprite la mente e tuffatevi in questa lettura perché non rimarrete delusi.….

Ed ecco detto le parole magiche che adoro nell’introduzione di un libro. Non posso farci niente, sono veramente sporca, adoro questi ”bellissimi” libri. Lo ammetto: Sono colpevole!

Bene, bene, da dove inizio a parlare di questo libro? Dai personaggi che ho trovato stupendi, compreso quelli secondari? Dalle sensazioni che mi ha trasmesso o da certe scene veramente  bellissime?

Ho amato veramente tanto questa storia ed essendo il primo libro in lingua originale che leggo nel 2016 sono veramente felice perché non mi ha deluso, anzi..

Dirty ugly toy è la storia di due personaggi veramente ”tristi” perché la vita è stata crudele con loro e ha preso così tanto  che ad un certo punto hanno semplicemente deciso di mollare.

Uno di loro due decide di accettarsi per quello che è, trovando il suo modo di sfogarsi sui ‘’giocattoli’’ comprati; e l’altro non trovando più le forze per andare avanti, soprattutto adesso che è sotto il potere della droga, decide di lasciarsi andare totalmente; sarebbe capace di fare qualsiasi cosa pur di avere un altro ‘’tiro’’.

coveritaliano
Braxton Kennedy è davvero un bastardo malato. Lui strappa le donne spezzate dalla strada e le rompe ulteriormente trasformandole nei suoi giocattoli. Le fa firmare un contratto offrendo a loro 500 mila dollari, e in cambio si dovranno sottomettere a lui per sei mesi.

Le pulisce, le veste, le punisce con il dolore e il piacere; e infine gioca con la loro mente e il loro cuore. Ama il controllo assoluto e ama guardare i suoi giocattoli rompersi e giunto al termine di sei mesi gli dice addio..

Voglio un nuovo giocattolo. Uno da riparare. Una brutta cosa trasformata in pulita e luccicante .

Perché loro pensano quando mi conoscono che sono un mostro ma dentro sono il diavolo in persona. Ho delle fantasie contorte che voglio realizzare su di loro.. Questi giocatoli sono parte del gioco e io godo giocare…

Il suo passato lo ha segnato: crescendo con una madre che lo portava ovunque  mentre si prostituiva per drogarsi, e la mancanza di cibo e di giocatoli di cui un bambino ha bisogno ha dato i suoi frutti. E Braxton in sua memoria, punisce i suoi ‘’giocattoli’’, costruendo una tana dei “giochi” – come quelle camere luride dove sua madre si prostituiva e si drogava – una stanza sporca con un materasso buttato lì per terra…

Ma poi trova lei: Il giocattolo numero venti che cambierà  il gioco…

Bunny, hai ragione sul fatto che il tuo corpo mi appartiene. Ma ti sbagli sul fatto di volerlo. Quando avrò finito con te, supplicherai di essere ovunque tranne vicino a me.

Fai del tuo peggio, bello. Non ho paura…

Bunny (Jessica) quando le viene fatta l’offerta è proprio al limite: prostituta, senza un posto dove stare, senza vestiti, sporca e con un bisogno disperato di un tiro (farebbe di tutto per averlo). Quando Braxton le fa l’offerta sembra sia il suo giorno fortunato. Sarebbe così  male sottomettersi per sei mesi a un bel uomo?  Quindi accetta subito e firma il contratto.

Voglio che tu sia il mio giocattolo per sei mesi.

Per 500 mila dollari??

Lui annuisce aspettando la mia risposta.

”Mi troveresti dell’eroina??

Prometto di occuparmi di quella tua piccola fissazione.

Jessica ha un passato oscuro e doloroso dal quale cerca di scappare e di dimenticare, e sembra che solo la droga sia capace di farle dimenticare tutto anche se per poco… Non crede più in niente e nessuno… Per lei la sua vita è finita sei anni fa quando ha perso la cosa più bella che la teneva in piedi e grazie alla quale riusciva a sopportare la sua situazione, ma anche quella cosa le viene strappata e ora non ha niente..

Quando Jessica e Braxton si incontrano le scintille scoppiano, cambiando un’altra volta le carte in tavola. Perché non solo non capiscono chi sta giocando con l’altro, ma entrano in scena anche i sentimenti di tutti tipi…

Ho preso così bastonate dalla vita che non importa più niente, basta che sento qualcosa ancora… Anche se per solo sei mesi….

respirareitaliano

Braxton e Jessica si scontrano perché lei inizia a “lottare” e a sentire qualcosa per il suo ”master” anche se lui abusa di lei – soprattutto psicologicamente – ma lei accetta tutto e inizia anche ad amare quello che lui fa perché finalmente sente di appartenere a qualcuno. Sono due personaggi che si completano insieme e che, vedendosi l’uno nell’altra, sembrano vedere se stessi…. Ho amato il loro cambiamento dall’essere ‘’rotti’’ ad essere finalmente  “guariti”

<<Voglio farti sentire Bunny

Voglio farti del male.>>

<<Io voglio che tu mi faccia del male.>>

Ma quando sembra che le cose stessero andando bene ecco che il passato di Jessica torna a galla: Il vero demonio finalmente lo trova e ora lei deve fare i conti..

Tu mi appartieni Bunny. Ogni parte del tuo corpo mi appartiene sia dentro che fuori..

Quando ho iniziato questo libro non pensavo di cominciarlo e finirlo subito, ma così è stato. Mi ha tenuta incollata tutta la notte, non sono riuscita a staccarmi. Deliziosamente oscuro, avvincente, intrigante, sexy e dolce… Si, anche nell’oscuro io ci trovo del dolce..

Con lei la mia testa e il mio cuore orgasmano. E’ euforico e inspiegabile. E mi ha distrutto per ogni altra donna. Ci sarà sempre lei.

jessicaitaliano

Questa storia mi ha ricordato un bel po’ di libri messi insieme: questo stile per ora l’ho visto solo nel libro della Cilli; 50 sfumature per il dettaglio del contratto e il passato di lui; e infine  la trilogia più bella che io abbia mai letto: Monsters in the dark della WINTERS con il personaggio Q e le sue schiave….. L’unica cosa che secondo me non viene trattato bene è la dipendenza dalla droga, ma forse per il fatto che qui, questa dipendenza, è per lei un bisogno dell’anima, in modo da non ricordare il passato e il suo dolore, più che un bisogno del corpo.

Certe scene mi hanno fatto ridere – soprattutto lei con la sua lingua tagliente – e piangere con il loro passato e il loro dolore…..

Lo consiglio tantissimo anche a chi non piace il genere, ma che ha una mente aperta. Sono sicura che non riuscireste a mettere giù il libro.

cover2italiano

 

E’ scritto benissimo ed essendo una che non conosce alla perfezione l’inglese, non ho avuto per niente difficoltà. È il primo libro letto di questa scrittrice e devo dire che sono curiosa di leggere di più, quindi darò un’occhiata alle altre sue opere…

cuorecuorecuorecuore Assolutamente colpevole!

4 thoughts on “Recensione in Anteprima ”Dirty ugly toy” di K Webster

  1. Giulia Mancosu il said:

    Ciao Anisa! Complimenti per questa splendida recensione! Come ho scritto nel commento precedente sotto al post del tuo giveaway, il mio genere preferito è il dark romance, e questo libro l’ho divorato in un paio d’ore! Sono davvero felicissima di aver scoperto la tua recensione perché è bellissima, l’ho adorata!! Bravissima!!

    • Anisa Sijoni il said:

      Ciao, Giulia!! Innanzitutto grazie mille per i complimenti, sono contenta che la recensione ti sia piaciuta. Questo libro l’ha recensito la nostra collaboratrice, Ersida. Riferisco a lei i tuoi complimenti!! 😀 Io leggo molto in lingua originale, ma il Dark romance è quello che mi fa più paura, sono più orientata verso i drammatici, e young adult in tutte le sue sfumature dal fantasy al romance! Se hai voglia di trovare spunti di lettura in lingua originale abbiamo l’angolo delle recensioni in anteprima!
      Grazie mille per seguirci! 😀

      • Anisa Sijoni il said:

        P.S. Un Dark Romance che ho letto e amato è The Paper Swan di Leylah Attar.
        Sul blog trovi la mia recensione e te lo consiglio vivamente!!