Recensione in Anteprima “F*ck Love” di Tarryn Fisher

CYMERA_20160309_001932

Ciao a tutti amici,

oggi la nostra collaboratrice Claudia ci parlerà in anteprima di F*ck Love di Tarryn Fisher. Purtroppo ancora inedito in Italia, speriamo che qualche CE italiana lo prenda in considerazione, perchè a detta di Claudia vale davvero i soldi spesi.

Buona Lettura :*

FL-hi-res-covertrama

Helena Conway è innamorata.
Inconsapevolmente. Senza volerlo.
Ma non senza motivo.
Kit Isley è tutto ciò che lei non è: senza schemi, senza legami, e nemmeno un po’ attento.
Potrebbe essere tutto così bello… se lui non uscisse con la sua migliore amica.
Helena deve sfidare il suo cuore, fare la cosa giusta, e pensare agli altri.
Fino a quando non lo fa.

 

recensione

Sono venuta a conoscenza di questo libro, uscito il 31 dicembre 2015, attraverso Goodreads (il paradiso dei lettori, a mio avviso). Appena finito di leggere la trama, il libro è stato confinato subito nella mia TBR list, in attesa di essere letto. Gli 8227 voti che vanta questo libro su Goodreads mi hanno spinto sempre di più verso la sua lettura, ogni recensione da 5 stelline era un “Forza Claudia, leggilo” sussurrato nel mio orecchio, ma le 142 recensioni da una misera stellina erano come una corda che improvvisamente tirava via la mia voglia di leggerlo. A quanto pare i fan di Tarryn Fisher si sono divisi di fronte a questo libro: chi lo considera all’altezza dei libri scritti in precedenza dall’autrice, e chi crede sia uno dei peggiori.
In questo momento non posso dire se è o no il migliore tra i libri della signora Fisher poiché di suoi libri scritti in precedenza non ne ho mai letti, ma posso dirvi cosa penso di questo suo ultimo lavoro.

Tu non inizi a cercare la verità fino a quando qualcosa va terribilmente male e realizzi che ne hai bisogno. Non si potrà più tornare indietro.

Questa storia è un po’ particolare e fuori dal comune, un po’ come la sua protagonista, Helena Conway, che ama la sua scatola di calzini e Harry Potter. Helena è la classica tipa che non ama le sorprese, preferisce avere il controllo su tutto e sapere quello che sta per fare. Crede che, Neil, il suo attuale ragazzo, sia perfetto per lei e che si possa ritenere fortunata ad avere “Della” come sua migliore amica. La sua vita procede normalmente e -lasciatemelo dire- in modo molto monotono, fino a quando non fa un sogno. A tutti succede di sognare, ma forse sono in pochi a sognare di avere una casa, una vita e addirittura dei figli con Kit Isley, il fidanzato della propria migliore amica. Ed è sicuramente raro che, una volta svegliati, ci si renda conto di essere innamorati del suddetto ragazzo.
Ora, fossi stata io nella situazione di Helena, avrei fatto finta di niente; ed è quello che la protagonista di questa storia fa inizialmente, sino a quando inconsapevolmente si avvicina e si lega sempre di più a Kit.
E indovinate un po’? Kit ricambia.

PhotoGrid_1457454651421

La situazione, man mano che si voltano le pagine, diventa sempre più brutta, sino a quando –finalmente!- non s’intravede la tanto attesa luce in fondo al buio tunnel di disperazione in cui la povera Helena (e con lei il lettore) si era persa.
Ma come dice Leopardi, la gioia umana è vana, e dopo poche pagine, in cui pensi “Riesco già a vedere il lieto fine per loro due”, SBAAM‼ Arriva la prima bastonata. Ed è così per tre quarti di libro: una continua alternanza di bei momenti a mazzate pesantissime, una peggiore della precedente. La storia di questi due poveri ragazzi è un enorme climax straziante.
Ma ora non vorrei rivelarvi troppo, anche perché gli spoiler non piacciono a nessuno.

PhotoGrid_1457452209975

“F*ck Love” è una storia un po’ fuori dal normale, secondo me al limite del possibile, ma è stato proprio questo fattore a suscitare un vivo interesse nei miei confronti. Questa storia è imprevedibile, a volte devastante, a volte comica e altre in cui la voglia di piangere è impossibile da sopportare. Durante la lettura sono stata non poche volte sull’orlo delle lacrime, con lo stomaco sottosopra, il cuore in gola e la bocca a formare un’enorme “O” quasi a dire “Non ci credo”. Quando credi che tutto finirà per il meglio, che Helena e Kit coroneranno il loro amore, arriva la “realtà” che come una grande onda infrange i tuoi sogni e il tuo povero cuore. E il fatto che mi sentissi così legata alla protagonista e alla sua storia mi ha fatto vivere ancora più intensamente le emozioni che suscita questo libro.

PhotoGrid_1457452311228

≪Da quanto tempo stiamo insieme?≫ Gli angoli della sua bocca si contraggono, e prima che lui dica qualcosa, so che ha intenzione di mentire. ≪Pochi anni≫. ≪E ci amiamo?≫ Lui smette di svuotare un cassetto per guardarmi. ≪Conosci quel sentimento che provi proprio ora? Il senso di smarrimento, la paura, la magia?≫ Annuisco. ≪Questo è quello che provo ogni giorno. Perché non ho mai amato nessuno come amo te.≫

L’unica pecca di questo libro è, a mio parere, i personaggi principali. A volte non si riesce a cogliere perfettamente la loro personalità, il loro modo di pensare e il perché agiscano in quel determinato modo. Una cosa però sono riuscita a capire dei due protagonisti: sono troppo indecisi. Helena, forse, può essere giustificata dalla situazione in cui si è ritrovata improvvisamente, ma Kit… Kit meriterebbe un pugno in faccia, in certe situazioni.
Ho apprezzato molto i personaggi secondari come Greer e Muslim (anche se quest’ultimo compare così poco da poter essere considerato anche un personaggio terziario). Della, durante il corso del libro, subirà un cambiamento totale: passerà da perfetta migliore amica a *******.
Il libro è narrato completamente attraverso il Punto di Vista di Helena, con uno stile molto semplice, a volte scherzoso, ma mai banale o monotono; questo stile chiaro e naturale permette di ultimare la lettura in pochi giorni.

PhotoGrid_1457453391514

“Mi tira in un abbraccio così stretto che per un minuto ho smesso di respirare. All’inizio sono rigida, la mia faccia premuta contro la sua spalla, ma lui mi sta abbracciando, e io avevo veramente bisogno di essere abbracciata. E’ troppo. Inizio a singhiozzare. Non è questa la parte sorprendente; sono una piagnona. La parte sorprendente è che anche Kit sta piangendo. Avvolgo le mie braccia intorno a lui, e piangiamo insieme, come due persone che non avevano avuto un forno a microonde e un iPhone 6+ quando erano giovani, passando di fronte a noi. ≪Grazie, Helena. Ti amo.≫”

Alla fine di questa recensione posso dire che sì, è un libro che consiglio a chi ama le storie che ti coinvolgono, che ti devastano e ti fanno ridere allo stesso tempo. Per chi avrà intenzione di leggere questo libro, devo dare un avviso: amerai Kit, ma anche lo odierai. Amerai Helena, ma a volte penserai sia una squilibrata. Ma posso assicurarti che amerai Kit + Helena e la loro incredibile storia.
Il mio voto è:

cuorecuorecuorecuore Assolutamente colpevole di avermi rubato il cuore.

Baci, Claudia.

Precedente Anteprima "Mior" di Simon Rowd #2 Drowe Successivo Recensione "Per sempre noi" di Sarah Dessen