Recensione in Anteprima ”The One Real Thing”, The Hart’s Boardwalk Series 1 di Samantha Young

The One Real Thing di Samantha Young

Ciao carissimi amici,

oggi vi parlo dell’ultimo libro dell’ amatissima Samantha Young, conosciuta soprattutto per la serie di successo On Dublin Street. The One Real Thing è il primo volume di una nuova serie: The Hart’s Boardwalk Series. Spero davvero tanto che lo portino al più presto anche in Italia perché c’è solo una parola per Samantha Young: GARANZIA! Ora vi lascio in compagnia della recensione e di alcuni teaser.

Buona lettura!

trama

The One Real Thing di Samantha Young

Titolo: The One Real Thing, The Hart’s Boardwalk Series 1 Autore: Samantha Young Genere: Romance Contemporaneo Data di uscita: 6 settembre 2016 USA

Benvenuti a Hartwell, una fuga tranquilla sul mare dove scoprendo antichi segreti potrebbero portare una donna a scoprire il significato di un amore che dura …

Mentre la dottoressa Jessica Huntington si impegna con i detenuti al Penitenziario femminile dove lavora, è sempre attenta ad evitare legami emotivi nella sua vita personale. La perdita e il tradimento le hanno insegnato quella lezione molto tempo fa. Ma quando si imbatte in una serie di vecchie lettere d’amore nella biblioteca del carcere e visita la pittoresca città di Hartwell per consegnarli al loro destinatario, si ritrova incapace di resistere al fascino della città – e la sua attrazione per il proprietario sexy di un bar si rivela altrettanto difficile da negare.

Dal momento del suo divorzio dalla sua infedele ex moglie, Cooper Lawson si è concentrato su ciò che conta veramente: la sua famiglia e il pub sul lungomare che hanno posseduto per generazioni. Ma la prima volta che Jessica passa nel suo bar, Cooper è più che tentato di rischiare il suo cuore su di lei. Eppure, più la loro attrazione cresce più Jessica rimane ostinatamente chiusa, comincia a rendersi conto che ci vorrà più di una semplice passione per convincerla che c’è solo una cosa reale nella vita per cui vale la pena lottare….

La serie Hart’s Boardwalk è cosi composta:

  1. The One Real Thing – 6 settembre 2016 USA, inedito in Italia
  2. Every Little Thing – 7 marzo 2017 USA

recensione

The One Real Thing di Samantha Young

Era da un po’ che non leggevo un romance contemporaneo, quest’ultimo periodo mi sono immersa nel genere fantasy e nient’altro mi ispirava. Quindi quando ho iniziato a leggere The one real thing, seppure avevo fiducia in Samantha, avevo comunque paura di rimanere delusa. Ma invece cosi non lo è stato, Samantha ha confermato quello che già sapevo: nel romance contemporaneo è tra le mie scrittrici preferite. Riesce a coinvolgerti totalmente, ti fa amare ogni singolo personaggio e ha sempre un messaggio finale da trasmettere. E cosa ancora più importante: i suoi protagonisti maschili sono i migliori, con un carattere forte, affascinanti, con un senso del humour e sexy da morire.

I protagonisti di The one real thing sono Cooper Lawson e Jessica Huntington. Cooper è il proprietario di un pub in una piccola città sul mare, Hartwell. Tradito dalla moglie e dal suo migliore amico ha deciso di stare alla larga dalle relazioni a meno che non siano solo a base di sesso e niente di più. Questo fino a quando non conosce la bellissima dottoressa Jessica Huntington che gli farà ricredere di nuovo nelle relazioni e nell’amore. Jessica lavora come dottoressa nella prigione femminile di Willington, un modo per rimediare al suo passato che sembra aver lasciato un segno molto profondo. È durante il suo lavoro quando per caso trova nel libro Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen delle lettere nascoste, scritte più di 40 anni fa, ma mai spedite, da una ex prigioniera al suo amore perduto. Jessica non resiste alla tentazione di leggerle e in qualche modo sente un legame molto forte con l’autrice di quelle lettere. Spinta anche da qualche altra ragione Jessica decide di andare a trovare il destinatario ad Hartwell. Partita per una piccola vacanza, Jessica si troverà catapultata in questa piccola cittadina in cui le leggende di amore eterno sembrano facciano da sfondo. La vita di Jessica a Willmington era vuota e senza persone a cui tenesse particolarmente, e l’amore sicuramente non era tra le sue priorità. All’età di 33 anni si ritrova a mettere in dubbio se stessa e la sua felicità; non è che per caso ha sbagliato tutto nella sua vita, persino il desiderio di diventare dottoressa? Ad Hartwell si troverà circondata da persone piene di vita, di amore e in grado di accoglierla senza alcun pregiudizio. Di punto in bianco Jessica sente di aver scoperto che prima non era per niente felice, che quello in cui credeva non è più quello che vuole, ma cosa ancora più importante: forse anche lei è capace di amare qualcuno. Partita per Hartwell per trovare l’amore perduto di qualcun’altra, Jessica scoprirà il suo vero amore.

Era una improvvisa consapevolezza il fatto che Cooper mi faceva sentire non solo come una adolescente ma come una adolescente che rischia di perdere la testa.

The One Real Thing di Samantha Young

La storia tra Cooper e Jessica è intensa e molto passionale. Cooper, nonostante le sue delusioni e il matrimonio fallito, vede in Jessica qualcosa di speciale in grado di fargli dimenticare la promessa di non rimanere mai più coinvolto in una relazione. L’attrazione per la bella dottoressa è talmente forte che lui non può fare altro che cedere ed essere determinato a far cedere pure Jessica. Ma il passato di Jessica non permette a lei di lasciarsi andare completamente chiudendo in questo modo fuori Cooper e rischiando quello che poteva essere il suo lieto fine. Durante tutto il libro si avrà questa lotta interiore di Jessica di farsi perdonare, di aprirsi totalmente e di avere fiducia nelle persone a cui tiene veramente. E Cooper sarà vicino a lei in ogni istante pronto ad accettare tutto pur di avere anche solo una sua piccola parte. Che dire di Cooper!!! E’ impossibile non rimanere totalmente innamorata di un uomo come lui; come sempre la Young ha creato il mix perfetto: affascinante, gentile, sexy, sensibile e forte allo stesso tempo. La Young cerca sempre di mettere in difficoltà i suoi personaggi, di sfidarli e di fargli affrontare le loro paure. Vedere il modo in cui loro crescono e cercano di vedersi e accettarsi per quello che sono è una caratteristica che apprezzo molto in un libro, perché in un certo modo queste sfide in cui i protagonisti vengono catapultati ci fanno coinvolgere e fare la storia nostra, ci fanno riflettere e forse mettere in discussione noi stessi.

Jessica Huntington stava mentendo a se stessa. Cooper non sapeva il perché, ma l’averebbe scoperto. Fino ad allora la doc sarebbe stata nel suo letto. Li dove entrambi sapevano di appartenere. 

The One Real Thing di Samantha Young

Oltre i protagonisti in un libro sono molto importanti pure i personaggi secondari, altrimenti sarebbe un piatto senza il contorno. Per chi ha già letto la serie On Dublin Street, sa benissimo che i libri della Young sono sempre ricchi di personaggi secondari, i quali non appaiono solo marginalmente ma sono completi dando alla storia più colore e spessore. The One Real Thing è circondato da personaggi divertenti e interessanti, e quando finisci il libro senti di aver fatto pure tu dei nuovi amici. Non posso non menzionare l’ambientazione del romanzo. Ho sempre amato i rosa ambientati nelle cittadine sul mare, hanno quel velo di romanticismo  che riesce a trasportarti in un mondo che sembra trovarsi solo in quei bellissimi sogni a sfondo rosa pastello, con persone sorridenti che passeggiano, con il rumore del mare che fa da melodia e con l’amore della tua vita accanto. Ahhh, come non rimanere incantata, per me è assolutamente impossibile!

”Non penso tu sappia dove sono le mie mutandine?”

”Effettivamente lo so.”

”Um… posso averle, ti prego?” Mi fermò al lato del passeggero del suo furgoncino, spingendomi contro la macchina. ”Perché?” sussurrò sulle mie labbra prima di baciarmi profondamente. Si fermò per prendere aria alcuni secondi più tardi.

”Non ti serviranno nel luogo in cui stiamo andando.”

The One Real Thing di Samantha Young

In questo libro vengono introdotti anche i personaggi che saranno i protagonisti dei prossimi libri della serie, giusto per stuzzicare la nostra curiosità. Il libro viene narrato sia dal punto di vista di Jessica che di quello di Cooper. La scrittura della Young è come al solito coinvolgente, scorrevole e dolce. È tra le poche scrittrici che riesce a farmi incollare e perdere tra le pagine del libro. Quello che è strano è il fatto che i suoi libri non hanno niente di eccezionale come trama, ma riesce comunque a farti amare ogni singola parola, perché sta tutto nel saper raccontare una storia per quanto essa sia scontata. Si, sapevo già come sarebbe andata la storia ma non per questo non mi sono emozionata lo stesso, e non per questo non sono rimasta sconvolta quando c’erano delle rivelazioni da fare, e non per questo non avevo gli occhi a cuoricino per colpa di Cooper Lawson :P. Se proprio devo trovare un difetto nei libri della Young sono proprio i finali, spesso sembrano affrettati e liquidati un po’ alla svelta; in particolare, in questo libro avrei voluto che il momento in cui Jessica racconta il suo passato a Cooper fosse stato trattato con un po’ più di dettagli e che ci avesse fatto soffrire un po’ più a lungo. Per il resto consiglio la lettura di The One real thing per chi ama una bella storia d’amore in grado di coinvolgervi totalmente.

cuorecuorecuorecuore Assolutamente colpevole!

I commenti sono chiusi.