Recensione “Il disastro siamo noi” di Jamie McGuire #3 Maddox Brothers

cymera_20161108_215819

Ciao a tutti amici,

oggi la nostra Linda ci parla de “Il disastro siamo noi” di JAMIE MCGUIRE, pubblicato in Italia grazie alla casa editrice Garzanti e arrivato nelle librerie italiane il 3 novembre. Pronte a conoscere il terzo fratello Maddox?

trama

mcguire_il-disastro-siamo-noi
Titolo: Il disastro diamo noi Autore: Jamie McGuire Editore: Garzanti Genere: Romance #3 Maddox Bothers

Falyn ha fatto una scelta difficile rinunciando a una vita di privilegi. Il lavoro come cameriera al Bucksaw Cafè è diventato tutto per lei. Non c’è spazio per altro. Soprattutto per l’amore. Perché Falyn nasconde nel cuore un segreto che non ha mai rivelato a nessuno. Un segreto che l’ha portata lontano dalla sua famiglia e a chiudersi in sé stessa. Fino al giorno in cui non incrocia uno sguardo speciale come quello di Taylor Maddox. Uno sguardo che, lo sa bene, può portare solo guai. Molte ragazze si sono scottate fidandosi delle sue promesse tradite. Falyn non vuole che questo accada anche a lei. È ancora troppo fragile per cadere nei suoi tranelli. Eppure Taylor non demorde e la invita a cena. Un rifiuto non è una risposta che un Maddox può contemplare quando è convinto di aver trovato la donna della sua vita. Ed è lì, seduta di fronte a lui, che Falyn intravede una dolcezza dietro quell’aspetto da ragazzo che ottiene sempre quello che vuole. Incontrare la sua famiglia, vedere l’affetto che lo lega ai fratelli Travis e Trenton e alla cognata Abby, la convince ancora di più che Taylor abbia anche un lato romantico. E piano piano sente che delle crepe stanno rompendo la corazza dietro il quale si è trincerata per non rischiare più. Sarebbe facile affidare finalmente a qualcuno il peso dei suoi segreti. Sarebbe facile trovare conforto tra le braccia possenti di Taylor. Ma riaprire la porta del passato è quasi impossibile quando si è creduto di aver buttato via la chiave. Ci vuole coraggio, o forse solo la mano benevola del destino. Jamie McGuire, la regina indiscussa delle classifiche italiane, torna con un nuovo capitolo della saga dei fratelli Maddox. Dopo lo strepitoso successo della trilogia di Uno splendido disastro e di L’amore è un disastro, l’autrice amata dai lettori di tutto il mondo ci regala una storia travolgente in cui un segreto nascosto si scioglie davanti alla forza dell’amore. Perché solo i sentimenti possono far dimenticare il passato e tingere di felicità il futuro.

Maddox Brothers:

1. Beautiful Oblivion – Uno splendido sbaglio
2. Beautiful Redemption – Un indimenticabile disastro
3. Beautiful Sacrifice – Il disastro siamo noi
4. Beautiful Burn
5. A Beautiful Funeral

recensione

Ciao ragazze, dopo tanta attesa, finalmente, ho fatto la conoscenza di Taylor, un altro sexy, tatuato e bellissimo fratello Maddox. Ogni volta che leggo una loro storia mi chiedo come farò la volta successiva ad affezionarmi alla nuova vicenda e ai nuovi personaggi, eppure, succede eccome, perché Jamie McGuire con la sua penna ha creato i ragazzi perfetti, quelli che sogniamo di incontrare fin da quando siamo ragazzine. Ma veniamo a noi…

disastro4-1

Taylor Maddox è un vigile del fuoco, fa parte di una squadra speciale che lavora nei boschi durante le stagioni degli incendi, e proprio per questo durante l’estate il suo gruppo viene trasferito lontano dalla città natale, Eakins, per svolgere questa faticosa attività in Colorado. Qui, in una cittadina chiamata Colorado Springs, conosce Falyn Fairchild e ne rimane stregato. Lei, che fa la cameriera in un caffè dove la squadra pranza tutti i giorni, appare da subito restía a cedere al corteggiamento di Taylor. Si capisce immediatamente che qualcosa che ha a che fare con il suo passato fa si che non desideri nessuna relazione. Ma lui non demorde, insiste fino a che lei non gli dà la possibilità di farsi conoscere. A quel punto lei scopre che Taylor è di Eakins, la città che  vuole raggiungere a tutti i costi  per sistemare una situazione che le sta a cuore, lavora sodo per questo, tutto ciò che risparmia e tutto ciò a cui rinuncia è per raggiungere questo obiettivo. Inizia così a sfruttare la loro amicizia per ottenere ciò che vuole. Lui una volta capite le sue intenzioni, decide di fidarsi di lei e le promette che l’ aiuterà costi quel che costi.

Ero così abituata a non sentire niente che provare un sentimento mi faceva un effetto sconvolgente. Ritrovarmi tra le braccia di Taylor in preda a un turbine di emozioni era più di quanto potessi sopportare.

 Da quel momento in poi è tutto un gioco del destino. È ovvio che qualcosa tra i due cambia, iniziano ad amarsi e a vivere la loro storia, ma per lei c’è un ostacolo insormontabile che non riesce a superare, e quindi spinge Taylor a riflettere sul loro futuro. Altra situazione che darà il via ad una serie di eventi che cambieranno la vita di entrambi per sempre.

img_20161108_143305

Non posso spingermi oltre a raccontare perché rischio di svelare qualche particolare importante per la storia, ma posso assicurare che quello che succederà fino alla fine va ben oltre il mio riassunto.

Che dire di questo libro… Come al solito la McGuire crea dei personaggi maschili che restano nel cuore di noi lettrici. Tra l’altro Taylor è quello che più somiglia al mio adorato Travis. Anche se un po’ l’autrice ha come messo un etichetta sui fratelli Maddox, una specie di marchio di fabbrica che li rende caparbi nel conquistare il cuore di quella che credono sia la donna della loro vita. Forse in questo è stato leggermente diverso Thomas, che si è crogiolato nel ricordo di Cami per buona parte di libro, mentre con Taylor ritroviamo la convinzione e la sicurezza nel momento in cui nasce il vero sentimento.

Dovevo accettare che il dolore del distacco facesse parte delle mie giornate. Non potevo sprecare né tempo né lacrime pensando a lui. La sua vita aveva preso una direzione diversa da quella che avevamo imboccato insieme.

La storia in se è molto bella, ma a mio parere ha tanti difetti; uno è sicuramente la mancanza di romanticismo… era una cosa che avevo notato anche nel libro precedente, ma il motivo l’avevo attribuito al fatto che i protagonisti fossero spie, quindi un po’ più ingessati. Credevo fosse una scelta intenzionale, in realtà credo che l’autrice a questo punto in romanticismo lo abbia perso per strada. Altra cosa: la storia in alcuni tratti sembra essere superficiale, bisogna leggere attentamente perché si rischia di non capire… mi spiego meglio facendo un esempio: c’è un momento in cui spunta un personaggio che a prima acchito è insignificante, ma poi dice qualcosa che fa apparire un punto interrogativo gigante sulla testa. In quel momento sono tornata indietro e ho riletto quel pezzo perché messo li così a caso sembrava non avere senso. Molto ma molto più avanti si capisce che quel personaggio ha un ruolo decisamente importate… ma finisce lí, nonostante il suo ruolo leggeremo di lui solo in quel pezzo.

disastro3

Come vi ho già detto prima, la penna di Jamie disegna personaggi maschili veramente fantastici, ma quelli femminili lasciano parecchio a desiderare. Falyn per esempio, è il tipico personaggio che mi fa andare in bestia. Ci sono momenti che si rende antipatica, e ci può stare, ma in alcuni casi le reazioni sono assolutamente assurde. Lui confessa qualcosa di grave e lei rimane calma, dopo un po’ si arrabbia e tu ti chiedi: perché adesso e non prima? Subito dopo torna calma e tu ti chiedi: è bipolare?

Ho un ultimo difetto di cui lamentarmi: verso la fine arriva una svolta nella vita dei protagonisti. Come si arriva a quel punto non lo so, in quel momento ho proprio avuto l’impressione che al libro mancasse una parte.

Piansi per non essermi goduta la felicità che avevamo e perché sapevo che non sarei potuta tornare indietro. Ero la prima donna che amava, e non avevo idea di quanto gli fosse costato ammetterlo. Avevo distrutto la fiducia che aveva in me.

Ok, ho finito le lamentele e passo oltre dicendovi che il finale mi è proprio piaciuto. L’epilogo non è lungo, ci da solo una finestra sul futuro prossimo dei protagonisti. La frase finale che pronuncia Taylor è bellissima, avrei tanto voluto citarla nella mia recensione ma avrei  davvero svelato troppo.

disastro1-2

Una lettura che comunque, nonostante tutto, consiglio. Non è pesante e poi a scriverla è sempre Jamie McGuire, quindi scorre benissimo.

cuorecuorecuorecuore-e1431760652496 Chiamato in giudizio – quasi colpevole

Baci… Linda.

Precedente Count down Cover Reveal "Deceptiv: Hunter Series #2" di Giovanna Roma -3 Successivo Count down Cover Reveal "Deceptiv: Hunter Series #2" di Giovanna Roma -2